Le regole del tè e dell'amore - Roberta Marasco



TRAMA: L'amore di Elisa per il tè risale alla sua infanzia. È stata sua madre a insegnarle tutte le regole per preparare questa bevanda e ad associare, come per gioco, ogni persona a una varietà di tè. Daniele, il suo unico grande amore, è tornato dopo tanto tempo. Ma Elisa ha imparato da sua madre a non fidarsi della felicità, a non lasciarsi andare mai, perché il prezzo da pagare potrebbe essere molto alto. Prima di tutto dovrà trovare se stessa, poi potrà capire se Daniele può renderla felice.
Quando trova per caso una vecchia scatola di tè con un’etichetta che riporta la scritta ROCCAMORI, il nome di un antico borgo umbro, Elisa ne è certa: si tratta del tè proibito della madre, quello che le fece provare solo una volta e che, lei lo sente, nasconde più di un segreto. Forse proprio lì, in quel borgo antico, Elisa potrà trovare le risposte che cerca e imparare a lasciarsi andare e a fidarsi dell'amore, guidata dall'aroma e dalle regole del tè…

Titolo: Le regole del tè e dell'amore
Autore: Roberta Marasco
Editore. tre60
N.pagine: 336
Anno di pubblicazione: 2016
ISBN:   9788867022953
Benvenuti a Roccamori, un borgo che si regge in bilico sull'orlo di un precipizio, ma che sta saldamente ancorato alle sue radici, come i suoi abitanti. Un luogo all'apparenza inospitale, chiuso, che si concede solo a chi sa vedere la bellezza dei gesti lenti, il cui sapore si svela piano piano e solo a chi ha la pazienza di attendere, al pari di un buon tè.

"Era un posto magnifico, ma non perdonava facilmente, soprattutto chi non portava nel sangue l'eco delle sue pietre antiche. O appartenevi a quei vicoli o non vi appartenevi, il borgo non tollerava le vie di mezzo."

Roccamori è lo sfondo della storia di Elisa e Daria, sua madre, due donne tormentate che trovano la loro oasi di pace nella preparazione del tè, un rituale fatto di gesti precisi e sempre uguali che Daria insegna alla figlia fin da piccolina. Il tè, nelle sue molteplici qualità e modalità di preparazione, è il filo conduttore di tutto il romanzo, nel profumo che pervade le sue pagine e nelle sensazioni che la sua degustazione ci trasmette. Più volte ho avuto la percezione di assaporare un determinato aroma solo leggendone la descrizione; le descrizioni dei vari tè, infatti fanno da apertura a molti capitoli, e le caratteristiche di quella determinata varietà le ritroviamo poi all'interno del capitolo stesso. Elisa infatti, oltre alla capacità di preparare una perfetta tazza di tè, ha l'abitudine di paragonare le situazioni o le persone che incontra alle varie miscele.
Elisa è una ragazza cresciuta con un enorme vuoto affettivo: non ha mai conosciuto il padre, e la madre non ha mai permesso che la felicità entrasse in casa loro, limitando al minimo indispensabile i gesti d'affetto e rifiutandosi di parlarle del padre. L'unico momento di condivisione tra loro era proprio la preparazione del tè e in rarissimi casi, di un tè speciale, il tè proibito, che Daria conservava gelosamente in una scatola di latta. Sarà proprio quella scatola, nove anni dopo la morte della madre a portare Elisa a Roccamori, sulle tracce di un passato misterioso, lungo le quali la accompagneranno gli enigmatici abitanti di questo borgo, che sembrano conoscere più di quanto vogliano dire.

"Cerchiamo tutti le risposte, ma sono le domande a tenerci in vita, non le risposte."
Elisa si ritroverà catapultata in un'altra epoca, dove le corriere stentano ad arrivare, l'ufficio postale si trova all'interno di un'edicola con tabacchi e il postino è il tabaccaio stesso, e dove le tradizioni si perpetuano da tempo immemorabile; come il rito del tè delle cinque, alla Casa delle Camelie, una casa immersa in uno splendido giardino composto dalle più svariate qualità di Camelia nel quale le donne del borgo si ritrovano ogni giorno per assaporare una tazza di tè offerto dalla padrona di casa, la dolce signora Vittoria. Proprio in questo giardino Elisa noterà una particolare varietà di Camelia gialla, la stessa che ogni anno arriva puntuale a casa sua nel giorno del compleanno della madre, anche dopo la sua morte.
Pian piano i nodi si sciolgono ed Elisa conoscerà un aspetto della madre che mai avrebbe immaginato
"Riusciva a trasformare l'amore in tè. E il tè in amore. Come per magia" 
troverà le risposte alle domande che la assillano da anni, riuscendo finalmente a sciogliere anche il nodo che le bloccava il cuore e le impediva di amarsi e poter amare.

"Il vero amore era scritto nelle rughe delle persone, sul fondo dei loro sguardi, nella fatica di un gesto. Il vero amore si nascondeva nei posti più impensati, in una tazzina da caffè, in una michetta alla cannella e all'anice, sotto la neve che scendeva in primavera. Fra i petali di una camelia gialla che restava fiorita solo pochi giorni all'anno."

Un romanzo che fa bene all'anima, come un buon tè.
VOTO: 


CONVERSATION

10 commenti:

  1. E beviamocelo allora questo tea... del resto 4 fuligginini non sono pochi!
    Ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Vale proprio la pena di berlo ;)
      Buona giornata anche a te,
      Stefi

      Elimina
  2. Grazie carissime, e benvenute a Roccamori! Sono molto felice che la storia di Elisa vi sia piaciuta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta!
      Complimenti a te per la tua scrittura!
      Baci, Stefi

      Elimina
  3. uffi, siete in troppe ora a consigliarmelo, dovrò proprio leggerlo. Posso anche se io in realtà odio il tè?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che l'odio per il tè non è un buon inizio, ma la storia di Daria ed Elisa merita un'opportunità ;)
      Secondo me ti piacerà

      Elimina
  4. Evvivaaaaa! Piaciuto anche a te, sono tanto felice Stefi!
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E l'artefice di tanta felicità sei tu! Grazie per avermi fatto conoscere le atmosfere di Roccamori ;)

      Elimina
  5. Ciao Stefania!
    Questo libro l'avevo in lista, ma non mi ero ancora avventurata in alcuna recensione. O se l'ho fatto non me lo ricordo... sono una smemorata!!! :D
    Non vedo l'ora di leggerlo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine!
      Sono certa che ti innamorerai anche tu di Roccamori e dei suoi abitanti.
      Buona lettura, Stefi

      Elimina

Back
to top