Le Lettrici Felici - Un anno di libri

Buon ultimo venerdì dell'anno, amici lettori!
Domani è l'ultimo giorno di questo 2016 ed è tempo di bilanci (no, non di bilance, quelle è meglio evitarle per almeno un altro mese)!
Come ben sapete noi, nella nostra "Quasi Perfezione" non siamo donne da liste: non perchè non ne facciamo, intendiamoci, noi ogni mese ci proviamo e stiliamo (ormai solo mentalmente) un bell'elenco di titoli da leggere, ma puntualmente non ne rispettiamo nemmeno la metà. Infatti il nostro blog è uno dei pochi a non pubblicare periodicamente la TBR.
Ma, ci siamo dette, siamo a fine anno e se Mattarella fa il suo discorso a reti unificate, chi siamo noi per esimerci? Siamo o non siamo le Presidentesse di questo blog?
Quindi eccoci qui a parlarvi del nostro anno da Lettrici e Blogger (Uh, Blogger! IL MALE! **accenno di riti woodoo per esorcizzare il Male**).
Innanzitutto questo è stato l'anno che ci ha viste affacciarci alla blogosfera in maniera attiva e il nostro bilancio è più che positivo: abbiamo conosciuto tantissime persone, con alcune delle quali si è sviluppato un rapporto di condivisione di consigli e impressioni, persone che sentiamo regolarmente via messaggio, alcune che sentiamo occasionalmente con piacere, e parliamo di Roberta, Cecilia, Chiara.
Con altre si è creato un rapporto di amicizia speciale che va al di là degli interessi letterari, e fin che la mattina non c'è lo scambio di messaggi il giorno non è ancora "buon": le carognette del nostro cuore Laura e Laura. Grazie ai loro consigli e al loro aiuto il nostro blogghino è cresciuto, ha cambiato vestito, ha incontrato autori in carne ed ossa.
E poi, ovviamente, ci sono state le letture, tante. 
Per me, Stefi, è stato un anno molto ricco: fino ad un anno fa in quanto a velocità di lettura, somigliavo a Sid de L'Era Glaciale (leeeeeeeeeeeeenta) e arrivavo a malapena ai 35 libri l'anno, quest'anno invece sono riuscita ad andare oltre la soglia dei 50 e spero con il prossimo anno di riuscire ad aumentare il ritmo.
Per quanto riguarda le letture del cuore di quest'anno, sono state fortunatamente molte, e devo dire che oltre ai libri, il 2016 è stato per me l'anno degli autori del cuore.
Bando alle ciance e via al listone, senza ordine di preferenza perchè ognuna di queste letture mi ha lasciato qualcosa di diverso:

- La serie di Rocco Schiavone - un uomo, un perché (recensioni qui e qui)
- I libri di Lorenzo Marone - la riconferma di un talento e i suoi primi passi (recensioni qui e qui)
- Il regalo di Eloy Moreno - un libro che tutti dovrebbero leggere per riflettere sul senso del proprio vivere quotidiano (recensione)
- Le tartarughe tornano sempre di Enzo Gianmaria Napolillo - una storia che mi ha toccato il cuore, uno stile che racconta con poesia anche l'orrore (recensione qui e qui)
- Dentro soffia il vento di Francesca Diotallevi - un'ambientazione che mi ha affascinata, una protagonista che ho amato e una scrittura ipnotica - Francesca, a ritrovarci presto - (recensione)
- La serie con Vani Sarca di Alice Basso - quando si dice una lettura divertente, piacere puro - Aliceeeee, stiamo sul muretto, noi eh! -(recensioni qui e qui)
- La serie di Borgo Propizio di Loredana Limone - una serie in cui il protagonista principale è il Borgo stesso, dove potersi sentire a casa - (recensioni qui, qui e qui

(Avevo detto a Lea: "Ne mettiamo cinque a testa, ok?" ...ho un po' sforato, quindi fuggo prima che se ne accorga, torno per i saluti)

Effettivamente hai un po' sforato, ma ti perdono l'entusiasmo tanto più che alcuni dei libri che citi li ho amati molto, ma se devo proprio fare dei nomi, ecco, queste sono state le mie letture del cuore:

- Chi manda le onde di Fabio Genovesi (recensione qui) : in questo libro è riassunto il mio modo di intendere la vita. Dramma, grottesco, umorismo, poesia, tragedia tutto fuso insieme e meravigliosamente vero;
- La via del male di Robert Galbraith (recensione qui ): mai libro fu più atteso e sospirato e poi letto in modo compulsivo, folle e disperato con buona pace di tutto il mondo e la famiglia che avevo intorno;
- Morte di un uomo felice di Giorgio Fontana (recensione qui). Quando un libro trascende la letteratura e si fa storia;
- Canto della pianura di Kent Haruf (recensione qui). L'incontro con un grande autore. E' stato amore, senza possibilità di dubbio;
- Il matrimonio di mio fratello di Erico Brizzi (recensione qui ). La storia di una famiglia italiana, una grande prova;

Potrei andare avanti citando Melody, Gli anni della leggerezza, Mi chiamo Lucy Barton e se dovessi andare indietro al 2015 quando ancora non avevamo blog citerei di sicuro il D'Avenia di Ciò che inferno non è, il Marone della Tentazione di essere felici e Il nero e l'argento di Paolo Giordano.
Per finire menzione speciale per una scrittrice che con i suoi libri mi conforta e mi rallegra, mi fa ridere e piangere e mi restituisce sempre tutta l'umanità più bella che si nasconde nelle persone. Fannie Flagg: il mondo è più bello anche grazie ai tuoi libri!

Ed ora cedo nuovamente la parola e la tastiera a Stefi che in questo post è maestra di cerimonie rimarcando, se mai ce ne fosse bisogno, che la soddisfazione più grande è stata condividere questo spazio virtuale con lei che ha saputo sempre stimolarmi positivamente. Grazie socia e non scrivo di più perché odio le sviolinate, ma credo invece nella costanza e quindi i prossimi complimenti te li farò nel post di fine 2017.

A conclusione io, Stefi, posso dire che chiudo questo bilancio in modo assolutamente positivo (la bilancia invece l'ho già fatta volare dalla finestra) e ringrazio prima di tutto la mia socia, senza la quale questo blog non esisterebbe (l'idea è stata tuuuuutta sua!) per essermi spalla e spacciatrice di tanti libri, tramite la sua biblioteca.
Ma soprattutto entrambe ringraziamo tutti voi lettori che ci seguite con tanto affetto e costanza (delle quali ancora non ci capacitiamo).

Ah, dimenticavamo una cosa importante: festeggiate degnamente la fine dell'anno, mangiate panettoni e pandori come non ci fosse un domani, riposatevi e il due gennaio tornate qui! Vi aspettiamo per una piccola sorpresa che speriamo vi sia gradita!


CONVERSATION

25 commenti:

  1. Ciao! Tra tutti i romanzi che avete citato quelli che mi ispirano di più sono quelli di Manzini e quello di Enrico Brizzi! Tanti auguri di buon anno :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, ci farai sapere! Di Rocco sono innamorata e il libro di Brizzi ha come fulcro due argomenti che mi sono molto cari:la montagna e la famiglia. Buon anno anche a te e grazie per essere stata spesso con noi.
      Lea

      Elimina
  2. Un post speciale... e pazzesco! Grazie a entrambe! Avanti Tutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Sonia. Sapere che ci sei e che ci sempre stata e motivo di grande gioia.
      Un bacio da Lea

      Elimina
  3. Un bel post scritto da due belle persone. Grazie per la citazione, per me è un piacere scambiare chiacchiere e libri.
    Ho già segnato tutti i libri che mi mancano da leggere di entrambe le liste, in particolare Fannie Flagg, chissà che il 2017 non sia il suo anno.
    Buona fine e buon inizio ma, soprattutto, tante belle nuove letture. :)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cecilia, non citarti sarebbe stato impossibile. I nostri scambi quotidiani sono oramai un punto fermo della mia giornata.
      Un abbraccio grande da Lea
      P.S. Che libro leggerai per primo della Flagg???

      Elimina
    2. Non so, attendo cosigli dall'esperta ;)

      Elimina
  4. Le mie Lettrici praticamente perfette e preferite :) Con Lea condivido parte della top ten (in fatto di letture siamo gemelle, come dice sempre lei), con entrambe la passione, l'ironia, la bilancia buttata dalla finestra...e tanti libri di cui parlare. Buona fine anno e migliore inizio, un bacio a tutte e due|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gemelle siamo! Non vedo l'ora di leggere i Baltimore e la Schine...seguo i tuoi consigli come Hansel seguiva le mollichine di pane, ma alla fine del percorso io trovo sempre grandi soddisfazioni.
      Buon anno anche a te!
      bacio da Lea

      Elimina
  5. Risposte
    1. Grazie mille Patrizia! Ti auguriamo buon anno e bellissime letture emozionanti ed indimenticabili.
      ciao da lea e stefi

      Elimina
  6. Buongiorno! Bellissimo post e bellissime letture...io quest'anno ho letto 50 libri tondi tondi, meno dell'anno prima, ma sono contento così...sono stata impegnata ad aumentare la famiglia da 2 a 3 <3
    Tra i buoni propositi per il mio 2017 c'è sicuramente quello di provare a leggere più autori italiani, tra cui Marone, Basso, Gazzola e Diotallevi..visto che ne avete parlato così spesso e così bene sia voi che le 2 Laura, beh adesso devo proprio rimediare a questa lacuna...idem per la Flagg...anzi se mi volete consigliare un suo titolo da cui cominciare...
    Per il resto..vi auguro BUON ANNO, che sia un anno pieno di sorrisi e belle letture, di amici vecchi e nuovi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara,
      50 libri letti e tre (dico tre) figli mi pare un risultato più che buono, per non dire entusiasmante! Bravissima.
      Per la Flagg...il suo libro più bello per me resta sempre Pomodori verdi fritti, ma ho amato tanto anche Voli acrobatici e pattini a rotelle e anche Pane, cose e cappuccino, per non parlare di Miss Alabhama (non mi ricordo dove si mette l'H). Alla fine posso solo dirti di non iniziare con Torta al caramello in Paradiso o In piedi sull'arcobaleno, che seppure belli sono meno riusciti. Tengo per i mesi a venire Mr Zuppa Campbell e Hamburger e miracoli.
      Tanti cari auguri anche a te e famiglia e sono sicura che farai tante belle letture. Noi lettori troviamo sempre il nostro spicchio di felicità perché nella nostra vita abbiamo questa grande gioia aggiuntiva.
      Un abbraccio da Lea

      Elimina
    2. Valeria..mi dicono dalla regia che non hai tre figli, ma uno.
      Al 30 dicembre ci sta una piccola figura di ....?
      Sono sicura di sì.
      bacioni
      sempre lea

      Elimina
    3. Ma quale figura di...? E' un augurio di prosperità!
      Stefi

      Elimina
    4. ahahahah...no 3 non ce la posso fare :3 ...grazie dei consigli ragazze!
      Un abbraccio!

      Elimina
  7. Vorrei solo dirvi che la bilancia è qui! E poi taccio, che insultare la Bacci proprio a fine anno non è carino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura! Da te non me lo aspettavo. In fondo non siamo proprio a fine anno.
      Comunque lascio la risposta alla Bacci, voi vi intendete meglio sui botta e risposta, mentre io ti mando un appiccicoso e zuccheroso bacio.
      Lea

      Elimina
    2. Ecco, magari usala contro il corriere. E poi, perché non insultarmi alla fine dell'anno se l'hai fatto tutto l'anno? Mai perdere le buone abitudini...

      Elimina
  8. Io vorrei vedervi fare un discorso a reti unificate, magari quelle della blogosfera *lancia l'idea e scappa!*
    A parte gli scherzi, ve l'ho sempre detto e ve lo ripeto, mi piacete da tempo immemore e vi stimo tantissimo. Mi piace sempre leggere i vostri pensieri post lettura e prendere spunto dalle vostre letture. Anche adesso ho preso nota di alcuni titoli che voglio assolutamente recuperare, vedasi Genovesi, Haruf e Napolillo. Per il resto anche il vostro è stato un anno bellissimo! Vi auguro che il 2017 sia altrettanto proficuo! Con profondo affetto, Anna
    *mi sembra una piccola lettera! :D*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A reti unificate???? Ih, ih, ih...mi ci vedo con la Bacci: lei sa fare anche le voci.
      Grazie delle tue lusinghiere parole Anna. Aspettiamo le tue recensioni di Genovesi, Haruf e Napolillo.
      Buon fine anno da Lea
      (e Bacci)

      Elimina
  9. Auguri di buon anno ragazze e continuate così a leggere, leggere e leggere!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie altrettanto a te ed evviva i libri!

    RispondiElimina
  11. Dal mio felice periodo di ferie sbuco fuori saltellando per augurarvi un anno bello almeno quanto questo. Siete un angoletto virtuale divertente e confortante, ci sono stata proprio bene. Vi abbraccio con tutti i pandoro i tortellini che mi ritrovo in più sulle chiappe e che cerco di smaltire macinando chilometri a piedi. A presto quasi perfette :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cuore!
      Siamo felici che tu ti sia trovata bene qui da noi, il piacere è reciproco. Per quanto riguarda le chiappe...sorvoliamo, speriamo almeno che, come si suol dire, portino bene! Se l'anno appena iniziato sarà come quello passato, ci riterremo più che soddisfatte. Buone passeggiate e a ritrovarci presto ;)

      Elimina

Back
to top