Una stella tra i rami del melo - Annabel Pitcher

Trama: Da quando è successo, Jamie – che ha 10 anni – non ha mai pianto. Tutti piangevano. Roger no, ma è solo un gatto e non conosceva Rose così bene, a dire il vero. Tutti continuavano a dire che col tempo sarebbe passata, ma è solo una di quelle bugie che i grandi dicono nelle situazioni difficili. Da quando Rose è morta in un attentato del terrorismo islamico, sono passati cinque anni ed è peggio che mai: il papà beve, la mamma se n'è andata e a Jamie sono rimaste domande a cui deve rispondere da solo. Anche sua sorella Jasmine non sembra essersi ripresa dal dolore: si è tinta i capelli di rosa, si è riempita di piercing e ha smesso di mangiare. Jamie però, ha deciso di salvarsi: gioca con il suo gatto Roger, pensa alla maglietta di Spiderman che vorrebbe ricevere per il compleanno e, all'insaputa del padre, ha fatto amicizia con una bambina musulmana. E quando un giorno vede alla Tv l'appello per partecipare a una trasmissione di giovani talenti, pensa che forse potrà salvare tutta la sua famiglia.

Titolo: Una stella tra i rami del melo
Autore: Annabel Pitcher
Editore: Salani
Anno pubblicazione: 2011
Pagine: 207
ISBN: 978-88-6256-387-1

Posso solo ringraziare il blog "La libreria di Tessa" per avermi fatto scoprire questo piccolo, grandissimo libro.
Definirlo un libro per ragazzi sarebbe oltremodo riduttivo, stante (tra parentesi) che non credo esista la cosiddetta “letteratura per ragazzi”, ma non voglio dilungarmi su questa questione (non oggi almeno). Torniamo al libro, che in biblioteca collocherò nel settore ragazzi, ma che presterò a tutti gli utenti over 12 che varcheranno la porta d'ingresso (esclusi appassionati di thriller grondasangue e di fantasysolofantasy): si tratta di una storia senza tempo, ma molto contemporanea che parla di perdita, di famiglia, di amicizia, di scuola, di bullismo. Una storia che parla di coraggio e di crescita. Una storia che parla al cuore di tutti.
Lo fa in un modo che ti strazia l’anima: non ci sono buoni e non ci sono cattivi, ci sono solo persone imperfette, anche un po’eroiche nella loro dimensione imperfetta.
Il protagonista, Jamie ha dieci anni e si è appena trasferito da Londra nel Lake District, dopo che la sua famiglia è andata in frantumi. I suoi genitori, dopo aver perso una delle figlie in un attentato terroristico di matrice islamica, non sono più riusciti a riprendersi. La sorella gemella superstite, Jas, è come se non esistesse, schiacciata dal confronto con la sorella morta, Jamie è abbandonato a se stesso, il padre inizia a bere e la madre cerca di via di fuga in una nuova relazione. La famiglia si disintegra: ognuno è  preso nel proprio personale lutto, ognuno è deciso ad elaborarlo in modo diverso e ad imporre agli la propria interpretazione del lutto.
“Hanno avuto cinque pezzetti a testa. Mamma ha deposto i suoi in un’elegante bara bianca sotto un’ lapide bianca con scritto sopra “Il mio angelo”. Papà ha fatto cremare una clavicola, due costole, una parte del cranio e il mignolino di un piede e ha messo le ceneri dentro un urna dorata. Così ognuno ha fatto a modo suo, ma questo, guarda un po’, non li ha resi felici.
Nel Lake District la vita non ricomincia, niente può ricominciare, se si vive sospesi, se un’urna dorata sopra il caminetto ricorda a tutti che niente sarà più lo stesso. La la mamma è rimasta a Londra con il suo nuovo compagno, il padre continua a bere e spesso non si presenta al lavoro e Jamie può contare solo sulla sorella e sul gatto Roger.
E a scuola tutto va male perché Jamie costruisce i nuovi rapporti basandosi su una bugia: ossia che la propria sia una famiglia felice, con due affettuose gemelline come sorelle e una mamma e un papà amorevoli alle spalle. Solo Sunya, una ragazzina pakistana, si avvicinerà a Jamie e gli offrirà la sua amicizia.
Da qui si sviluppa la storia, una storia di crescita di un bambino che ogni secondo aspetta e spera che la sua mamma torni da lui. Questo aspetto del libro è un pugno dello stomaco: con Jamie che continua giorno dopo giorno ad indossare una maglietta di Spiderman che gli ha regalato la madre, come un talismano senza poteri, che poi per l’usura e la sporcizia sarà causa di dolorose prese in giro. Un costume da supereroe sfigato, che solo altri veri supereroi sapranno riconoscere. Tanto altro ci sarebbe da dire, sul sorriso di Sunya e la sua macchietta color caffè sopra le labbra che Jamie vorrebbe baciare, sul coraggio di Jas la gemella invisibile, sulle responsabilità dei genitori, che per non aver la forza di superare una perdita, rischiano essi stessi di “uccidere” i sentimenti dei figli che invece sono ancora vivi e bisognosi di amore.
Un finale amaro e allo stesso bellissimo: non tutto si potrà recuperare, qualcosa e qualcuno andrà perduto, qualcuno invece andrà avanti più forte, rimanendo insieme a quel che resta della propria famiglia: “E anche se mi fa male la pancia e mi fa male il cuore e mi fa male la gola e non riesco a smettere di piangere, so che il cambiamento non è solo negativo. Che è capitato anche qualcosa di buono.”
Questa è la vera letteratura, questi sono i libri che andrebbero somministrati via endovena all’anima delle persone.
Il voto è cinque perché non ho ravvisato nemmeno una lieve imperfezione.
Leggetelo, ne vale la pena.
Lea

P.S. Sappiate che il quadratino bianco che appare qui sotto non è frutto della mia imperizia o poca propensione alla blogghitudine, è invece una porta spazio temporale per lettori desiderosi di trovare una nuova dimensione. Quindi se trovate l'accesso, poi fatemi sapere!




























































































































CONVERSATION

14 commenti:

  1. Me lo segno subito anche se non ho più 12 anni perchè ciò che ho avete scritto di questo libro mi ha acceso una scintilla, e io non ignoro mai le scontille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai trascurare le scintille...accendono i fuochi. Grazie Chiara!

      Elimina
  2. Oh, che onore! sono tanto contenta ti sia piaciuto, è un libro piccolo, sì, ma dal grande cuore. Lo consiglio sempre, ma rimane un romanzo poco conosciuto. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso che ho verificato che abbiamo gusti simili seguirò altri tuoi consigli! ;-)

      Elimina
  3. Salve ragazze! Sono una nuova folowers...ho scoperto il vostro blog grazie alla Libreria di Tessa e vedendo la recensione di un libro letto tempo fa non potevo non lasciare un commento! Mi dispiace dirlo ma questo romanzo a me ha trasmesso poco o niente...l' ho trovato lento e noioso, quasi a stento ne ricordo la trama! Ma i gusti sono gusti...il bello è anche leggere pareri diversi e confrontarsi! In bocca al lupo per il blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Non è incredibile che un libro posso suscitare reazioni tanto contrastanti? Ora sono curiosa di sapere come lo troverà la mia socia Stefania. Io l'ho amato molto e l'ho letto in due giorni...
      Dopo faccio un salto sul tuo blog per capire quali sono invece i tuoi gusti. Magari abbiamo in comune altri libri!
      un saluto da Lea

      Elimina
  4. Indubbiamente tosto questo libro...già dalla recensione sembra di una tristezza disarmante, ma tanto attuale, mi annoto il titolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tristissiomo sì, ma anche pieno d'amore ...uno specchio dei nostri tempi. Mi ha fatto riflettere su che di tipo di madre non vorrò mai essere.
      Un saluto da Lea

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Ciao ragazze!!
    Sono una vostra nuova lettrice, arrivata per caso tramite il link party invernale di "lo stupendo mondo dei libri".
    Mi piacerebbe seguirvi tramite il gadget "follow by email"... sarebbe più semplice restare aggiornati sui nuovi post..

    Ho letto la trama e recensione di questo libro e devo dire che mi ispira moltissimo! Il fatto che sia triste mi frena un po', ma credo lo leggerò comunque!
    Se vi va passate a trovarmi sul mio blog :)
    http://stoffedinchiostro.blogspot.it/

    A presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ciao e benvenuta nel nostro piccolo blog!
      Ho provveduto ad inserire il gadget, spero di aver fatto tutto per bene, perché non sono ancora molto pratica dei meccanismi. Fammi sapere se funziona tutto.
      Passeremo sicuramente a trovarti presto!
      Grazie della tua fiducia e buone letture
      Ciao da Stefy

      Elimina
    3. Grazie mille! ho appena fatto l'iscrizione!
      A presto :)

      Elimina

Back
to top