I GARBATI MANEGGI DELLE SIGNORINE DEVOTO





TRAMA
 Nella Via Privata Vassallo, a Sestri Ponente, il tempo passa lentamente, le tradizioni si rispettano e il clamore del mondo arriva attutito. Regine di questo regno, chiunque vi abiti lo sa, sono le signorine Devoto: Santa, Mariannin e Siria, uguali eppur diverse, e convinte che il genere umano si divida in due: le persone per bene, rispettabili, cristiane e all’antica, e quelle poco raccomandabili, cioè tutte le altre. Miti e riservate, saranno proprio loro, tuttavia, a scendere in campo per prime e con insospettabile decisione quando la tranquillità e il buon nome del loro mondo verranno minacciati. Qualcuno infatti ha messo gli occhi sulle belle proprietà della Via Privata Vassallo, qualcuno pronto anche al crimine pur di ottenere ciò che vuole.
Il romanzo di Renzo Bistolfi è una fotografia degli anni Cinquanta, velata di amabile nostalgia per un luogo e un tempo ormai scomparsi, e per un piccola folla di personaggi di straordinaria umanità.

RECENSIONE
Questo è il secondo libro bonus della challenge, consigliato da Laura La Libridinosa. Devo dire che è stata una piacevolissima scoperta (ma lo dico sottovoce e voi non andate a riferirglielo, perché poi si monta la testa).
Si svolge nella Genova degli anni cinquanta e protagoniste, oltre al quartiere stesso, sono le tre sorelle Devoto: Siria, la più anziana, di poche parole, cieca fin da bambina e forse per questo la più acuta; Mariannin, meticolosa e un po’ smemorata; Santa, la cui caratteristica è la forza fisica e il suo punto debole il bisogno della presenza costante delle sorelle. Con loro vive anche Elvira, la domestica, strabica da un occhio e un po’ svampita, sempre attenta a non commettere errori perché si sa “quando c’è vento, sono sempre le strasse a volare per aria”.
La loro vita è regolata e scandita da precisi rituali: la messa ogni mattina alle 8, il pranzo a mezzogiorno, la cena alle 19 e il momento di andare a dormire alle 21. Le loro giornate si svolgono allo stesso modo da sempre,compreso il ricevimento delle amiche per un caffè pomeridiano,ma sempre previo avviso, non che ci si presenti senza aver avvisato prima!
Questa tranquilla routine quotidiana viene turbata da alcuni fatti che inquietano le sorelle e la vita del quartiere: un tentativo di furto in casa Devoto e la scomparsa , forse volontaria, di una loro amica. Le sorelle insieme alle amiche fidate iniziano ad indagare,dipanando un giallo in maniera talvolta esilarante che riserva un colpo di scena finale inaspettato.
Un libro fresco come una brezza di primavera e rilassante come guardare un vecchio film alla tv, ma soprattutto un elogio ai valori che contano nella vita, come l’amicizia fondata sul rispetto e la conoscenza reciproca e la forza che deriva da queste unioni.
Noi siamo noi e noi sappiamo di cosa parliamo”
Voto 4
Stefania 


Titolo – I garbati maneggi delle signorine Devoto ovvero, Un intrigo a Sestri Ponente
Autore – Renzo Bistolfi
 N° pagine - 238
Data pubblicazione10 settembre 2015 
Editore: TEA (10 settembre 2015) 
Collana: Narrativa TEA
ISBN-13: 978-8850240739

CONVERSATION

20 commenti:

  1. Mi garba assai! Lo leggo di sicuro, anzi è già sul mio comodino.
    baci Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava la mia socia. Così poi ci dici cosa ne pensi tu.
      Baci baci, Stefy

      Elimina
  2. l'ho letto anche io per la stessa challange, ma invece io ho faticato, non è proprio il mio genere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La bellezza dei libri è anche questa. A me invece piacciono molto le storie che riguardano vispe vecchiette.
      Magari i nostri gusti si incontreranno su altre sfide.

      Elimina
  3. Sarà una delle prossime letture. Dopo che Laura l'ha consigliato, sono subito andata a leggere sinossi e recensioni. Se non ho capito male è sullo stile di Vitali, scrittore che adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ricorda molto la scrittura di Vitali. Fammi sapere poi come l'hai trovato.
      Ciao, Stefy

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. Salve, sono quella che si è appena montata la testa! Finalmente qualcuno che apprezza i miei spassionati consigli! Bella recensione, brava brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie! D'altronde tra anziane ci si comprende. Ora vado perché se la badante mi becca ancora al computer mi sgrida. Baci baci

      Elimina
  5. Ciao ragazze! Un romanzo frizzante e genuino allo stesso tempo, penso che come storia ci avviciniamo molto ai romanzi di Vitali! Molto chiara la recensione e sicuramente lo segno in wishlist!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo prima ad Eli Balla, lo stile è molto simile ai libri di Vitali. Mi fa felice che ti sia piaciuta la mia recensione. Attendo le tue impressioni.
      Buona lettura, Stefy

      Elimina
  6. Ciao ragazze! Un romanzo frizzante e genuino allo stesso tempo, penso che come storia ci avviciniamo molto ai romanzi di Vitali! Molto chiara la recensione e sicuramente lo segno in wishlist!

    RispondiElimina
  7. Dunque, la cover e la trama mi ricordano, come ha scritto già Rosa, Vitali, che non è che mi piaccia alla follia, ma l'ambientazione genovese (io sono ligure d'adozione) mi intriga. Lo proverò. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!
      Come detto sopra le atmosfere e lo stile ricordano Vitali, che trovo essere una pausa piacevole tra letture più coinvolgenti. Per quanto riguarda l'ambientazione genovese, posso dirti che per il poco che ho frequentato Genova (ci abita una zia di mio marito), questo libro rende bene l'atmosfera e soprattutto l'animo dei genovesi. Fammi sapere cosa ne pensi se e quando lo leggerai.
      Ciao da Stefy

      Elimina
  8. L'ho appena terminato anche io e devo dire che mi è piaciuto. Se non l'avessero consigliato nell'ambito della challenge probabilmente non l'avrei mai comprato ma sono contenta di averlo fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mia omonima.
      Ho pensato la stessa cosa anch'io quando l'ho visto nella challenge!

      Elimina
  9. Ciao ragazze, le sorelle Devoto sembrano monotone e noiose, ma se si improvvisano detective e strappano anche qualche risata meritano una chance e grazie alle tue parole convincenti credo proprio che lo leggerò.
    Ho nominato il vostro blog per un link party, se vi va è un modo semplice per farvi conoscere. Bacio Cuore
    http://lostupendomondodeilibri.blogspot.it/2016/01/link-party-dinverno-by-lostupendo-mondo.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Cuore!
      Andremo subito a sbirciare.
      Per quanto riguarda le sorelle Devoto sono sicuramente delle simpatiche vecchiette.
      Sono curiosa di sapere se terranno buona compagnia anche a te.
      Baci da Stefy

      Elimina
  10. Devo dire che per quanto non mi abbia fatto impazzire, a distanza di mesi, mi ha stranamente lasciato un ricordo molto dolce.... ma non ditelo a zia Laura eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non glielo dico di certo. Croce sul cuore.
      Lea

      Elimina

Back
to top